Terzo e ultimo appuntamento, venerdì 8 novembre alle ore 18.30 al Cinema Ariston di Trieste, della retrospettiva cinematografica itinerante cinematografica “1989-2019 Trent’anni senza muro”, ideata dall’etichetta Reading Bloom, curata da Federico Rossin e Alessandro Del Re e dedicata al trentennale della caduta del Muro di Berlino, anniversario che ricorrerà il prossimo 9 novembre. A Trieste è realizzata da La Cappella Underground con la collaborazione del Goethe-Zentrum Triest e il sostegno del Goethe Institut.

L’ultimo film in programma è Verriegelte Zeit (Tempo bloccato) di Sybille Schönemann (1990, DDR, b/n, 94’) una regista della Germania dell’Est.

Nel 1984, lei e il marito, che all’epoca lavoravano presso gli studi della DEFA, sono arrestati dalla Stasi e incarcerati per poi essere esiliati nella Germania occidentale. Dopo la riunificazione, Sybille torna in patria con una troupe cinematografica per incontrare i suoi “carnefici”, che non hanno mostrato alcun rimorso. La regista utilizza gli strumenti espressivi a propria disposizione per ricercare la verità su quanto avvenne e per rielaborare un trauma profondo all’epoca ancora bruciante.

Info su www.aristoncinematrieste.it

Trieste, 7 novembre 2019